Senza alcun dubbio il P.O.F. è la vetrina della scuola poiché:
• serve a pianificare e progettare nella scuola dell'autonomia;
• interessa ed avvolge svariati campi nell'ambito scolastico e disciplinare nell’ottica formativa.
Ma soprattutto poiché si occupa:
• delle possibilità di opzione offerte agli studenti e alle famiglie;
• delle discipline e attività aggiuntive nella quota facoltativa del curricolo;
• delle azioni di continuità, orientamento, sostegno e recupero corrispondenti alle esigenze degli alunni concretamente rilevate;
• dell'articolazione modulare del monte ore annuale di ciascuna disciplina e attività
• dell'articolazione modulare di gruppi di alunni provenienti dalla stessa o da diverse classi
• delle modalità e dei criteri per la valutazione degli alunni e per il riconoscimento dei crediti
• dell'organizzazione adottata per la realizzazione degli obiettivi generali e specifici dell'azione didattica
• dei progetti di ricerca e sperimentazione.
Alunni e genitori hanno così la possibilità di accedere alle varie offerte formative degli Istituti presenti sul proprio territorio e di conoscere proposte ed indirizzi. Tuttavia occorrerebbe affiancare i ragazzi fornendo loro gli strumenti per una scelta consapevole e di offrire alle famiglie un importante supporto in un momento fondamentale della vita degli stessi ragazzi. Pertanto , infatti, che l’orientamento scolastico è un punto fondamentale per la crescita dei giovani ed è precipua finalità della scuola quella di promuovere le attività di orientamento tesa ad approfondire la conoscenza del sé e di acquisire le capacità decisionali per una scelta più giusta e consapevole dell’itinerario formativo personale.