L’ educazione alla Legalità può avere diverse accezioni e può essere definita come:

- la premessa culturale indispensabile dell’esistenza del cittadino/individuo consapevole, che sviluppa la conoscenza della natura e della funzione delle regole nella vita sociale, i cardini della democrazia e l'esercizio dei diritti di cittadinanza;
- il contributo fattivo all’elaborazione e alla diffusione della cultura dei valori civili, all'acquisizione di una nozione più profonda dei diritti di cittadinanza, partendo dalla consapevolezza della reciprocità fra soggetti dotati della stessa dignità;
- il rispetto consapevole e partecipato delle regole sociali, delle norme giuridiche e dei diritti dell’uomo per formare il cittadino globale, in grado di capire una realtà sempre più complessa e in continuo cambiamento, per conoscere i fattori culturali, sociali, storici che ci rendono diversi gli uni dagli altri e allo stesso tempo uguali, per scambiare i diversi saperi che ci accomunano e ci arricchiscono in quanto cittadini del mondo;
- l'acquisizione della coscienza di due principi essenziali, quello del “diritto” e quello del “dovere”, quello dell’ “essere” rispetto all’ “avere”.

E' attraverso questi principi che è possibile favorire lo sviluppo armonico della personalità degli studenti, affinché diventino persone autonome, responsabili, capaci di difendere i propri e gli altrui diritti, capaci di rispettare la propria vita e quella degli altri, liberi dai pregiudizi.